COME LAVORARE AL MEGLIO CON I TUOI ANGELI

COME LAVORARE CON I TUOI ANGELI

In ANGELI E ANGELO CUSTODE by Daniela A.R. Comments

COME LAVORARE CON I TUOI ANGELI

Conoscere meglio i tuoi Angeli e le tue Guide è semplice. Sviluppa la tua relazione con loro parlandoci mentalmente.
Inizia la tua giornata invitandoli a unirsi a te e a esserci vicini. Puoi dire, ad esempio: “Buongiorno Angelo, grazie per questa giornata meravigliosa, per favore vieni e stammi vicino, rimanendo al mio fianco per tutto il giorno e per favore aiutami a…” e così via.

Chiedi ai tuoi Angeli e alle Guide spirituali, nei tuoi momenti di rilassamento e di quiete, di rivelarti qualcosa di più su di loro. Prendi il tempo per sederti e comunicare con loro, o per contemplarli mentre stai scivolando verso il sonno; e se non hai chiesto, o ricevuto, il loro nome durante il processo iniziale, allora continua a chiederlo finché non ti verrà detto.

I tuoi Angeli e le tue Guide spirituali vogliono avere una relazione sempre più stretta con te, quindi racconta loro di te stesso, della tua vita, come ti senti e quali sono i tuoi sogni. In fondo si tratta di tornare a familiarizzare con un amico di vecchia data di cui avevi perso traccia; c’è così tanto da raccontare, non trattenerti.
I messaggi dei tuoi Angeli possono raggiungerti in infiniti modi differenti. Diciamo, ad esempio, che sei frustrato perché sembra che non riesci a determinare il nome del tuo Angelo. Se ti aspetti che il nome ti giunga sotto forma di voce chiara e immediata, è possibile che, così facendo, tu perda di vista l’idea principale. Certo, può accadere che il messaggio arrivi come una voce forte e nitida, ma più probabilmente ciò che riceverai sarà una percezione o la sensazione del nome, un’impressione sottile, piuttosto che qualcosa che giunga in modo sconvolgente.
I tuoi amici Celesti useranno ogni giorno sia oggetti che situazioni particolari per comunicare con te; è dunque importante essere degli osservatori attenti.

Non fare come una mia cliente che continuava a chiedere il nome al suo Angelo e in preda alla frustrazione, mi telefonò dicendo: “Forse non vuole dirmi il suo nome”. Parlammo per un po’ e poi andò a lavorare. Quel giorno, in ufficio, il nome Daniel le veniva continuamente riproposto da più parti. Le presentarono una persona che si chiamava Daniel; due richieste, delle quali si doveva occupare, erano da parte di due clienti che si chiamavano entrambi Daniel, e infine, mentre stava guidando per tornare a casa, la macchina davanti alla sua, che procedeva lentamente poi che era l’ora di punta del traffico, aveva una targa personalizzata con sopra le lettere DAN. Finalmente comprese, e rise per tutto il tragitto che la portava a casa.

I tuoi Angeli e le tue Guide spirituali troveranno ogni sorta di modi creativi e interessanti per comunicare con te e aiutarti a sviluppare la fede nella loro presenza. Essi possiedono un sorprendente senso dell’umorismo e sono assolutamente tempestivi, utilizzando un approccio che spesso servirà a ricordarci di rallentare il nostro ritmo e di godere maggiormente la vita, piuttosto che affrettarci e stressarci continuamente per fare tutto ciò che deve essere fatto.

Uno dei metodi più comuni e più conosciuti, da loro usati, è quello di lasciare delle piume, per te, in posti decisamente insoliti, come fossero un post-it messo lì a rammentarti che essi sono in torno a te, oppure ti salterà agli occhi, proprio per farsi notare, una certa piuma, che magari si trova in un luogo assolutamente normale, come ad esempio in un parco.

I loro messaggi possono giungere a te sotto ogni forma, con ogni modalità, o particolarità, per cui osserva e non sorprenderti se, ad esempio, una canzone che hai risentito migliaia di volte improvvisamente assume, per te, un altro significato; oppure non ti stupire se alcune persone intorno a te continuano a menzionare idee o temi simili durante le vostre conversazioni, e nemmeno se la testata del prossimo giornale, o della prossima rivista, che prenderai in mano avrà per te un significato del tutto personale.

I tuoi amici useranno tutti i mezzi possibili a loro disposizione, poiché sanno fin troppo bene che la nostra mente è spesso troppo occupata per riconoscere in modo inequivocabile dei messaggi espressi in forma parlata.

È importante comprendere che, se anche qui sulla Terra parliamo molte lingue differenti, l’Universo non comunica in questo modo, e non utilizza nessuna di queste lingue. La sola lingua con la quale l’anima comunica con l’Universo è quella del “sentire”, per cui se”senti” che una cosa è giusta, credici e agisci di conseguenza; mentre quando “senti” che non è giusto, allora non farlo. È veramente molto semplice.

Uno dei modi più efficaci per permettere ai tuoi Angeli e alle tue Guide spirituali di aiutarti è quello di parlare con loro da un luogo di intenzione e di potere personale. Il vecchio approccio di formulare delle richieste nel seguente modo: “Per favore dammi questo; per favore fai in modo che accada questo o quello”; oppure “Per favore fai questo o quello per me” non è più molto efficace.

Facendo parte del processo globale di evoluzione dell’umanità, noi veniamo incoraggiati a prendere la responsabilità e il controllo sulla creazione della nostra stessa realtà. Non esiste un Dio che dall’alto dispensa regali ad alcuni e non ad altri. Abbiamo bisogno di imparare ad assumerci la responsabilità del fatto che noi creiamo e  attraiamo la maggior parte delle esperienze della nostra vita.

Per questo motivo, il modo migliore per fare richieste di qualsiasi tipo è quello di esprimersi con le seguenti parole:
“Cari Angeli, cosa ho bisogno di fare o di non fare, di iniziare o di interrompere, di comprendere, di abbracciare o di lasciar andare, per poter portare nella mia vita ciò che desidero, al fine di poter fare questa determinata esperienza? Cosa posso fare per aiutare quest’evento a realizzarsi, come posso permettere a me stesso di ricevere… (qualsiasi cosa tu stia chiedendo)”.

Noti la differenza? In questo modo non stai facendo una supplica passiva di aiuto, né stai aspettando che sia l’Universo a mettere a posto tutte le cose per te. Stai, invece, attivando la potente energia della tua intenzione e stai dicendo alle tue Guide spirituali, agli Angeli e all’Universo che sei disponibile a fare la tua parte incontrandoli a metà strada.

Comunicare con i tuoi amici Celesti in questo modo, offre loro una possibilità assai maggiore per aiutarti, creando situazioni e opportunità che portano alla luce i tuoi desideri. In questo modo sarai in grado di co-creare la tua vita con il loro aiuto, e avrai l’opportunità di realizzare i cambiamenti e le scelte che ti aiuteranno a perfezionare il risultato. Diventare più intuitivi e chiaroveggente non vuol dire aspettare che qualcun altro metta a posto la tua vita per te, al contrario si tratta di lavorare, insieme con chi è disposto ad aiutarti, per sviluppare le tue abilità e le forze naturalmente innate, in qualità dell’essere potente e spiritualmente consapevole che sei e che stai sempre più diventando.

Puoi usare questo metodo per chiedere aiuto anche riguardo a questioni meno tangibili. Poi, ad esempio, desiderare di sviluppare qualità che senti di non possedere, come il coraggio, la compassione, la fiducia o la fede in te stesso.

Puoi chiedere agli Angeli:
“Come posso sviluppare una maggiore fede in me stesso? Cosa devo fare o non devo fare, cosa devo imparare o lasciar andare?” eccetera; questa è un’esperienza che porta un grande potere personale e che genererà per te opportunità incredibili.

All’inizio potresti non riconoscere la risposta dell’Angelo alla tua richiesta, finché non avrai guardato indietro; solo allora penserai: “Caspita! Mi sono sentito veramente forte in quella situazione, e coerente con me stesso. È stata dunque una grande opportunità per sviluppare la fiducia in me stesso!”.

Un altro dei vantaggi di cui si beneficia quando si lavora in questo modo con le proprie Guide spirituali e con i propri Angeli, è quello di scoprire, piuttosto velocemente, ciò che veramente si vuole. Va bene bombardare gli Angeli con una lista della spesa e chiedere: “Dammi questo, fammi avere questo e quello”, ma quando accetti e riconosci l’idea che devi incontrare l’Universo a metà strada e agire nel tuo stesso interesse al meglio, vedrai che eliminerai molto presto tutte quelle cose che non sono poi così importanti per te.

Questo processo ti lascia libero, in seguito, di focalizzati su ciò che veramente desideri per te stesso e per la tua vita. Scoprirai allora che quando si esprime una richiesta sincera, proveniente dal cuore, con la disponibilità a partecipare, l’Universo da sempre una risposta.

Belinda Grace

✎ Se ti piace questa pagina condividila ♥ Grazie ♥
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Previous PostNext Post