ANGELI E UOMINI, Esperienze Spirituali

Fratellanza di Angeli e uomini

In ANGELI E ANGELO CUSTODE by Daniela A.R. Comments

Fratellanza di Angeli e uomini

Lo scopo ideale di questa fratellanza è quello di porre in stretta collaborazione angeli e uomini, due rami dell’infinita famiglia di Dio.

Scopo principale di tale collaborazione è l’elevazione della razza umana.

A questo fine gli angeli, da parte loro, sono pronti a partecipare nella maniera più stretta possibile ad ogni settore della vita umana che abbia come intento la collaborazione.

Quel membri della razza umana che apriranno il cuore e la mente ai fratelli dell’altra sfera, troveranno una conferma immediata della loro realtà.

Gli angeli non pongono condizioni e non impongono restrizioni o limiti alle attività e agli sviluppi risultanti dal la collaborazione, supponendo che nessun fratello umano gli invochi per tornaconto personale e materiale. Chiedono l’accettazione del principio della fratellanza e della sua pratica applicazione alla vita umana in ogni suo aspetto.

Chiedono a coloro che volessero invocarne la presenza, di concentrare tutte le loro facoltà sullo sviluppo della purezza, della semplicità, della rettitudine e della neutralità, come pure sull’acquisizione di nozioni relative al Grande Piano secondo il quale i costituenti spirituali, intellettuali e materiali che compongono l’uomo e l’universo, guidano l’ordinata marcia del progresso evolutivo.

In tal modo la base fondamentale di ogni attività umana sarà costituita dagli insegnamenti e dalle dottrine di quella divina e antica sapienza che ha già regnato suprema come influenza direttiva nei concilii angelici.

Le singole divisioni delle schiere angeliche con le quali sarebbe immediatamente realizzabile e benefica la collaborazione sono: gli angeli dell’energia, gli angeli guaritori, gli angeli custodi della casa, gli angeli creatori delle forme e di ogni idea archetipica, gli angeli di natura, gli angeli della musica e gli angeli della bellezza e dell’arte.

Gli Angeli dell’energia:

Gli angeli dell’energia insegnano agli uomini a liberare i più profondi livelli di energia spirituale latenti dentro di loro e infondono, ispirano e caricano ogni attività umana di quella fiammeggiante ed irresistibile energia che è la loro caratteristica principale. Essi si trovano nel cerimoniale un mezzo naturale per elargire i loro doni e per soddisfare il desiderio di aiutare i fratelli umani. Il cerimoniale attira sempre la loro attenzione e, se adeguatamente svolto, fornisce un canale attraverso il quale possono riversare le loro forze. Sono presenti ad ogni cerimonia religiosa alla quale partecipano a seconda delle loro capacità ed al livello consentito della cerimonia stessa; possono lavorare più energicamente se l’atteggiamento mentale degli officiante e dei partecipanti è ricettivo.

Angeli guaritori:

Gli angeli guaritori, con il loro possente capo, l’Arcangelo Raffaele, colmi di amore per i fratelli umani, esercitano continuamente la loro opera. La loro presenza al letto dei malati è una realtà, benchè  le menti ed i cuori della maggior parte di coloro che si prendono cura dei sofferenti siano chiusi nei loro confronti. Molti di coloro che soffrono e danno sofferto li conoscono bene; stanno a migliaia alle soglie mentali e spirituali di ogni camera di malato, negli ospedali e nelle case, desiderosi di entrarvi. Finora pochi hanno avuto successo: le barriere elevate delle menti umane sono spesso insormontabili; se si aprissero a forza un varco attraverso di esse a dispetto dell’opposizione, il prezioso risanamento che essi portano a braccia spalancate andrebbe perduto, dissipato nello sforzo di vincere la resistenza.

Angeli custodi della casa

Gli angeli custodi amano le condizioni domestiche degli uomini, desiderano condividerne le ore di lavoro e di riposo, amano i bambini e i loro giochi e tu da la lieta atmosfera della casa. Custodiscono le case degli uomini tenendo lontano i pericoli, le contese e le malattie. Ascoltano le preghiere dei bambini alla sera, portandole al Signore e vivificano ogni umano pensiero d’amore aggiungendovi qualcosa del loro amore e della loro vita; spesso accompagnano e aiutano il pensiero e lo riversano, illuminato e dell’accresciuto, nel cuore del ricevente. Si occupano degli anziani e dei malati; sono sempre pronti a proteggere dai torti, sono felici di venire da coloro i cui cuori e le cui case siano loro aperti portando benedizioni di armonia e di amore.

Angeli costruttori:

Gli angeli costruttori guidano lo sviluppo evolutivo in ogni modo e, regolandosi in conformità alla legge cosmica, cercano sempre di migliorare, perfezionare ed ispirare. Ogni scintilla immortale che nasce nei mondi del pensiero, del sentimento e della carne, e che crescendo diventa un essere umano, deve la formazione di tutti i suoi veicoli, o corpi, agli angeli costruttori. Lo stesso vale per ogni pietra preziosa, pianta, animale, pianeta ed universo.

Questi costruttori sono ordinati in gerarchie; ognuno di essi lavora al proprio livello, quelli inferiori costruiscono le gemme, quelli superiori i mondi; ve ne sono alcuni che costruiscono le forme esteriori degli angeli e degli uomini. È il mancato riconoscimento dell’esistenza e dell’aiuto degli angeli che in questi ultimi tempi ha reso il parto un evento di sofferenza e di agonia. Quando gli esseri umani ne imboccheranno l’aiuto, essi insegneranno alla razza umana come dare alla luce i propri figli con gioia, e così il grande sacrificio non sarà più alterato da paura e grida di dolore. Questi angeli che costruiscono l’uomo hanno come regina una creatura santa che acquisì la libertà dal peso della carne e salì al cielo per raggiungere le schiere angeliche. Essa lavora sempre per la casa della maternità umana ed impiega tutta la sua possente forza chiamando tutta la corte angelica a lavorare per l’elevazione della femminilità in tutto il mondo. Mediante i suoi angeli messaggeri, è la stessa assiste ad ogni parto umano, non vista e sconosciuta; ma se gli uomini aprissero gli occhi ella si rivelerebbe.

Ella ci invia questo messaggio di fratellanza:

“Nel nome di colui che ho generato molto tempo fa, vengo in vostro aiuto. Ho preso ogni donna nel mio cuore per tenervi una parte di lei affinché ciò possa aiutarla nel momento della necessità. Innalzate le donne della vostra razza al rango di origine e per tale regina sia ogni uomo un re; che ognuno uno morì l’altro ammirando la sua regalità. Fate che ogni casa, per piccola che sia, diventi una reggia, ogni figlio un cavaliere, ogni bambino un paggio. E tutti si trattino l’un l’altro con cortesia onorando in ognuno le origini regali; perché c’è sangue regale in ogni essere umano, tutti sono figli del Re.”

Angeli della natura:

Gli angeli di natura sono innumerevoli, ognuno di essi dimora e lavora nel proprio elemento. Si trovano ovunque attorno ai luoghi frequentati dagli uomini, negli alberi, nei fiori, nelle pietre, nelle nubi, quali animatori di ogni forma. La crescita delle messi, dei frutti e dei fiori è sotto il loro controllo. Sono loro che portano terremoti, tempeste e inondazioni quando gli uomini vivono in modo tale da provocarli. Se l’umanità ne imboccasse l’aiuto potrebbe imparare da loro come si possono controllare gli umori e le i prodotti della natura. Il clima ed il tempo atmosferico del mondo rispondono a una legge.

Angeli della musica:

Se voleste appellarsi agli dei della musica dovreste salire ai livelli del Sè ove sono riposti i poteri e le energie creativi, poiché gli angeli della musica sono incarnazioni della parola creativa di Dio, espressioni della Sua Voce. Quando Egli parla, una possente esplosione canora sgorga dai loro cuori risuonando attraverso le varie gerarchie angeliche.

A miriadi cantano in risposta alla Parola Divina. Il loro suono è simile a quello di milioni di arpe e la loro voce è simile alle onde del mare. Dal centro dell’universo, come una possente onda di marea, il loro canto si propaga mentre le schiere degli angeli, una dopo l’altra, rispondono alla Parola e inviano il coro fino ai confini dell’universo.

La creazione è incessante. La Voce Divina viene continuamente udita e a questa voce gli angeli della musica si lanciano, dalle sue labbra, per divenire agenti della potenza del suono; tutto il mondo è ricolmo dell’armonia della Sua Voce. Gli angeli sono per Lui arpe, come meravigliosi strumenti accorge che rispondono alla Sua Volontà. Quando cantano risplendono del colore delle loro canto. Vivono in mondi di luce e di suono, sono espressione dei colori cosmici e del canto cosmico entro i limiti di ogni universo.

Il nostro Logos è una lente che riflette la luce dimille universi; è una potente canna d’organo sotto le mani dell’Assoluto. Tutti i Logos di tutti gli universi rispondono alla tastiera cosmica sulla quale Egli suona. In tal modo colore e suono, gemelli stupendi, vengono creati e sono portati entro le limitazioni del tempo e dello spazio terrestri.

Ogni Angelo ed ogni uomo, nel suo Sè superiore, risplende di quella Luce, risponde al canto divino, conosce bene i toni della Voce Creatrice. Il vero Sé dell’uomo è una lente e una canna d’organo in miniatura. Quando canta e risplende in risposta alla Voce Divina, riproduce al proprio livello ogni tono della Sua Voce , ogni sfumatura dello spettro della Sua Luce. Gli splendori di quel mondo scendono fino al sé inferiore e la si fermano affinché anch’ egli possa udire.

La missione degli angeli della musica è quella di portare il fluttuare di milioni di pianeti fino alle orecchie degli uomini e fuori dei mondi materiali affinché anche l’albero, il fiore e la talpa che sta sotto terra possano udire la Voce Divina e, udendo la, le ubbidiscano. Ogni suono che udite in natura è un’eco della Sua Voce ed ogni luce, di qualsiasi colore, proviene dalla radiosità abbagliante dei Suoi occhi.

Non potete richiamare questi angeli nel sè inferiore; per vederli ed ascoltarli dovete salire verso il loro mondo; quando ne supererete la soglia, vedrete l’immensa moltitudine, immersa nei colori dell’arcobaleno e nel canto senza fine della Parola Divina. La musica delle loro voci giunge attraverso il suono di trombe e di flauti, ed attraverso la luce dello splendore fiammeggiante dei loro occhi e la radiosa bellezza delle loro forme. Essi cantano e suonano in tal modo dalla nascita alla morte degli universi; sono l’orchestra corale di Dio.

Hanno bisogno di orecchie di cuori umani perché attraverso di essi possano portare l’armonia nel nostro mondo e gli uomini possono rispondere sempre di più alla melodia del loro canto. Per loro ogni uomo ed Angelo è uno strumento, ogni facoltà della mente e del cuore una corda. Guardano ogni nuova generazione con ardente desiderio, vedendo in essa la promessa di nuovi strumenti, una piu ampia gamma di tonalità, un’altra canna d’organo che risponde all’alito di Dio. Vedono l’unità del tutto, riconoscono ogni cosa come parte dell’unico grande strumento sul quale Dio suona. Tramite quello strumento attraverso la multiforme musica, pulsa il battito del Suo cuore, il ritmo del polso universale. Tutti i movimenti delle stelle, le albe e di tramonti dei soli, la nascita dei pianeti e la loro morte, l’evoluzione delle razze, le onde che si infrangono sulla spiaggia, l’emersione e la scomparsa dei continenti, lo sciogliersi dei ghiacci polari, il pulsare dei cuori, la germinazione dei semi, tutto ciò risponde al ritmo del cuore pulsante di Dio. Questo è il tema della canzone cantata dagli angeli della musica.

 

Angeli della bellezza e dell’arte:

Ogni cosa divina è bella in quanto esprime la bellezza perfetta dell’Assoluto.

Quanto maggiore è la densità nella quale Dio limita a se stesso, tanto più profondamente e nascosta la Sua bellezza. Alcune delle schiere angeliche vedono la bellezza di Dio e la incarnano considerando ciò come loro dovere nel mondo materiale per aiutare i “costruttori delle forme” affinché possano modellare ogni cosa senza mai dimenticare la bellezza del modello secondo il quale lavorano.

Questi angeli cercano di modellare sia le forme in evoluzione che quelle terminate perché, sempre più, risplenda la grazia in essa nascosta. Come gli angeli della musica sono la voce di Dio, questi angeli sono la Sua Mano, la mano con la quale dipinge sulla tela dell’universo il quadro della Sua visione.

Ogni volta che l’uomo aspira al Bello e tenta di modellare, dipingere o creare secondo ciò che di più elevato può immaginare, rende se stesso simili agli angeli della Mano Divina e per un certo tempo il loro ritmo diviene il suo. Se li chiamasse, essi verrebbero a lui, unendo alla sua le loro visioni, il proprio genio del colore e della forma; risvegli avrebbero nell’uomo l’intenso desiderio per tutto ciò che è bello, si sforzerebbero di stimolare la mente perché spezzi le convenzioni e le limitazioni del proprio tempo. In produrrebbero nella sua mente teorie nuove, nuovi ideali; cosicché verrebbe vinta la tendenza nel della mente umana a porre limiti ed a fissare le leggi e verrebbe liberato il genio creativo benché profondamente nascosto. In tal modo la sua anima sarebbe liberata e, attraverso l’arte, potrebbe avere una visione sempre nuova infrangendo i canoni del passato; anche la bellezza di Dio si trasforma e cresce in splendore giorno dopo giorno.

Gli angeli del colore e della forma vorrebbero portare agli esseri umani questa crescente bellezza, questa infinita grazia di Dio affinché anch’essi possano condividere l’onore di agire come la Mano del Supremo Artista.

Invocate questi angeli nelle vostre scuole d’arte, invitati lì ad aiutarvi! Ogni bruttura sarà bandita e tutto l’mondo sarà più bello.

Il loro messaggio all’umanità dice che la Bellezza dovrebbe essere vista come una virtù e la bruttezza marchiata come una colpa; che ogni bambino dovrebbe vedere fin dalla nascita, nel limite del possibile, soltanto ciò che è bello, grazioso e delicato.

La bellezza non è stata generata né può morire perché è eterna. Soltanto un frammento di Bellezza può divenire manifesto, solamente uno sprazzo dell’eterno sole della bellezza può splendere attraverso un universo; gli uomini che lo vedono rimangono abbagliati alla sua vista e pensano che esso sia il massimo immaginabile; ma ciò non può essere percepito né dagli angeli né dagli uomini.

Il frammento si sviluppa, aumenta la propria radiosità poiché sempre più l’universo lo incarna. Sempre più il Sé e la Bellezza appaiono come un’unità nei mondi manifesti poiché sono uno nei mondi immanifesti.

La vera bellezza è sempre nuova e questo è il segno con il quale potete distinguere tra il vero e il falso. La falsa bellezza, prodotto dei sè inferiori , non muta, è fissa, e, come tutto ciò che è fermo in un universo in evoluzione, è già vecchia dal momento della nascita.

La bellezza è l’anima di tutte le cose naturali ed è nascosta in ogni virtù, specialmente nell’amore.

Non vi occorre altra norma, altra legge, ne esiste altra virtù grande come l’amore del Bello poiché la bellezza è l’essenza di tutto.

Ogni legge che progettate, ogni statua che scolpite, dovrebbe essere esaminata con questa domanda: “sarà bello il risultato?”. Questo è l’ideale secondo il quale un uomo dovrebbe valutare il proprio comportamento. Questa è la norma per i governi delle nazioni poiché si può stimare con un solo sguardo il valore dei governi e dei re. L’entità di una bruttezza nazionale è l’entità della cattiva amministrazione degli affari; l’entità di una bellezza nazionale, come della vera regalità del suo capo, è quella del progresso realizzato.

Benvenuta sia allora per i continenti, le nazioni e gli uomini, la presenza degli angeli della Mano Divina, dei deva della bellezza, poiché colmeranno i vostri mondi del sentimento e del pensiero dando una tale impronta con il loro dono far sì che i vostri sè saranno incapaci di resistere.

Aiutati dagli angeli della Mano Divina tutti gli uomini potranno diventare artisti, poiché la splendida visione si avvicinerà a tal punto che persino gli occhi più offuscati la dovranno vedere. Poeti, pittori, scultori e danzatori nasceranno in ogni famiglia finché tutto il mondo diverrà uno studio artistico e la terra, la pietra ed il mattone verranno riconosciuti come l’argilla nelle mani del modellatore. Costruirete città più splendide di quelle della Grecia antica poiché sarete la Grecia reincarnata; vi siete evoluti da quel tempo; gli angeli che insegnavano allora sono cresciuti ed insieme potremmo riempire il mondo di città splendide come non mai. Molte le rette i pensieri, i sentimenti della carne; costruirete una razza simile agli dei per bellezza è per forza; le schiere angeliche varranno per aiutarvi in questo compito. Questa è la visione del futuro che portiamo, un futuro di illimitate possibilità di splendore, allorché i figli di Dio, angeli e uomini, si uniranno per la realizzazione del Piano Divino.

Geoffrey Hodson –  Fratellanza di Angeli e uomini

Nota: Geoffrey Hodson , nato in Inghilterra nel Lincolnshire, è vissuto in Nuova Zelanda, è considerato il più grande chiaroveggente degli ultimi tempi. È stato un grande teosofo ed ha sperimentato, specialmente nel mondo degli elementali, le energie invisibili che sotto intendono la nostra realtà. Ha scritto molti libri per illustrare le sue straordinarie sperimentazioni.
Un giorno mentre è immerso nella pace di un bosco, intento ad osservare la vita degli spiriti di natura, Hodson viene contattato da una schiera di angeli di nome Bethelda che a poco a poco gli rivelano le meraviglie del loro mondo e quanto gli angeli siano ansiosi di entrare in contatto con gli esseri umani per aiutarci nella nostra evoluzione.

NOTA: Per leggere di più sugli Angeli : SUL MENU IN ALTO CLIC su “CATEGORIE” E SELEZIONARE “ANGELI, ANGELO CUSTODE”

 

 

 

✎ Se ti piace questa pagina condividila ♥ Grazie ♥
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Previous PostNext Post