La voce del mio ANGELO CUSTODE

ANGELI CHE CI UNISCONO

In I VOSTRI RACCONTI CON GLI ANGELI by Daniela A.R. Comments

Sono il padre di una bimba che ora ha 7 anni,  si chiama Aurora.

Mi sono reso conto subito di avere una figlia “speciale”, cioè dotata di una sensibilità al di sopra della media per tutto ciò che riguarda la percezione di messaggi ultraterreni.

All’età di soli 4 anni Aurora fece un sogno che la colpì particolarmente, tant’è che al suo risveglio corse subito da me a raccontarmi il tutto.

Mi disse che sognò di trovarsi in mare aperto, un mare agitato con onde enormi
che la sommergevano di continuo fino ad inghiottirla,
ma ad un certo punto lei riuscì ad emergere dall’acqua ed a rimanere a galla, senti svanire la paura e divenne certa di essere salva.<
Devo dire che sentir raccontare questo sogno dalla mia piccina
in modo cosi preciso, e con tanta emozione mi scosse parecchio,
ed un brivido mi attraversò tutto il corpo.

La mattina stessa portai Aurora dalla nonna (mia Madre),
quel giorno si faceva la pasta fatta in casae a mia figlia piaceva molto fare “l’aiutante”.
Mentre la nonna tirava la pasta con l’impastatrice elettrica,
Aurora l’aiutava prendendo il lembo di pasta che fuoriusciva dalla macchina e posandolo sul tavolo,
durante questa operazione mia figlia per un istante si distrasse,
avvicinando pericolosamente le mani al rullo che comprimeva la pasta.

In un attimo le sue dita finirono schiacciate dalla macchina che si bloccò!
E fu il panico, mia madre rimase scioccata dalla paura,
ma trovò ugualmente la forza di spegnere l’impastatrice,
chiamare i soccorsi ed avvisare me.
Mi precipitai a casa di mia madre, poco dopo arrivarono i vigili del fuoco che dovettero faticare non poco per smontare la macchina,
riuscendo così a liberare le dita di Aurora.

C’era molto sangue sulla mano e si vedevano lacerazioni estese,
ma grazie a Dio le dita non erano state tranciate.

Subito dopo ci fù la folle corsa all’ospedale, dove Aurora fu operata d’urgenza,
arrivò anche mio fratello il quale si mostro sconvolto per l’accaduto.
L’operazione chirurgica ebbe successo, i medici riuscirono a recuperare la piena funzionalità di tutte e cinque le dita di Aurora.
Aurora uscì dalla sala operatoria con la mano completamente fasciata.

Mio fratello, alla vista della nipotina in quelle condizioni, sbiancò in volto.
Fortuna volle che già ci trovavamo in ospedale,
perché il malore di mio fratello si rivelò una grave forma di infarto cardiaco.
Subì un arresto cardiaco ed i medici dovettero usare il defibrillatore per riportarlo in vita,
tutto comunque si risolse per il meglio.
Ovviamente mio fratello rimase ricoverato diversi giorni in ospedale, ed io lo andavo spesso a trovarlo.
Una sera ci andai insieme a mia cognata, eravamo in sala d’aspetto
in attesa dei medici che ci tenevano aggiornati sulle condizioni di mio fratello.

Mia cognata parlando di mio fratello mi raccontò un episodio che mi lasciò senza parole:
una notte lui fece un sogno strano, che le raccontò il mattino stesso….

Era lo stesso identico sogno che fece mia figlia Aurora,
cambiava solo il protagonista, era lui che riemergeva dai flutti di un mare in burrasca, salvandosi!

Mio fratello si riprese completamente dall’infarto
e da allora instaurò un rapporto spirituale molto profondo con Aurora,
praticamente loro due sono diventati inseparabili.

Credo, alla luce di quanto accaduto, che gli stessi Angeli che hanno salvato Aurora e mio fratello
siano sempre accanto a loro e li tengano uniti nell’Amore di Dio.

Un caro saluto a tutti.

✎ Se ti piace questa pagina condividila ♥ Grazie ♥
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Previous PostNext Post