La Luce e il lato oscuro

La Luce e il lato oscuro

In Spiritualità by Daniela Raguel

La Luce e il lato oscuro

Dio non ha creato la negatività, il caos e il male che caratterizzano il lato oscuro, perché, per poterlo fare, parte di lui dovrebbe essere negativa, caotica e malvagia, e noi sappiamo che non è così. La ragione per cui il lato oscuro esiste è che Dio ha donato agli spiriti del libero arbitrio, e alcuni hanno esercitato questa facoltà per respingere la luce e abbracciare un’oscurità senza Dio. Dio non si allontana mai da nessuno, ma non impedirà a nessuno di allontanarsi da lui.
Si dà il caso che io non creda all’esistenza del male e neppure di qualche essere minaccioso con le corna, vestito di rosso e con un forcone di nome Satana. Per questa ragione, non credo neppure in un eternità di fiamme chiamata Inferno, dove, stando a quanto si suppone, un qualche dio meschino condanna tutti quelli che gli danno sui nervi. Cosa più importante ancora, il Dio che ci ha creati non giudica, non punisce e certamente non condanna: siamo tutti figli suoi. Il suo amore per ognuno di noi è incondizionato ed eterno. Sì, ci sono conseguenze per chi respinge il suo amore, ma non condanna le persone che rifiutano di ricambiare quell’amore e preferiscono vivere nelle tenebre. Costoro si condannano da soli. Dunque, quando parliamo dell’lato oscuro, vi prego di non immaginarvi qualche legione di creature malvagie che vanno e vengono dall’inferno. Le entità oscure esistono in forma sia umana sia spirituale, proprio come quelle bianche. Le prime vivono in mezzo a noi e possono essere un membro della famiglia, un vicino, un amante, qualcuno con cui lavoriamo, un presunto amico. Quando gli esseri umani oscuri muoiono e il loro spirito lascia il corpo, la loro energia negativa può avere un effetto profondamente deleterio, senza che neppure ci rendiamo conto di quanto sta accadendo. Ma, a prescindere dal fatto che siano sotto forma umana o sotto forma di spiriti, le entità appartenenti all’atto oscuro condividono tutte le stesse caratteristiche di base.
Innanzitutto non hanno coscienza, nessun senso di responsabilità ne rimorso per le azioni che compiono. Si prendono tutto il merito e nessuna colpa di ciò che accade intorno a loro. Per quanto li riguarda, se vi fanno del male la colpa è vostra o comunque siete stati voi ad averle indotte a farlo. Per usare la terminologia psichiatrica, le entità oscure che assumono la forma umana sono i veri sociopatici presenti tra noi. Riescono a simulare le emozioni in modo splendido senza mai trovarle davvero…
In secondo luogo, le entità oscure non imparano a conoscere o a prendersi cura sinceramente di chi li circonda. Ciò di cui si preoccupano e  è l’idea che gli altri si fanno di loro…
In terzo luogo le entità oscure vivono secondo regole arbitrarie stabilite per tornaconto personale che possono cambiare senza preavviso a loro vantaggio… Pensano che il loro comportamento sia sempre accettabile, ma potrebbero offendersi se qualcun altro riservasse loro lo stesso trattamento. Le entità bianche invece cercano sempre di trovare un senso a tutto questo e si adattano di conseguenza. Lo scopo delle entità oscure non è rendere le bianche uguali a loro, perché è impossibile, quanto piuttosto quello di distruggerle, non necessariamente a livello fisico, ma di certo a livello emozionale. L’oscurità può sopravvivere solo se distrugge la luce, quindi il suo obiettivo e il suo piacere consiste in questo. Le entità oscure si mettono all’opera cercando di creare quanta più agitazione, insicurezza, sensi di colpa e depressione sia possibile in tutte le entità bianche che riescono a irritare. Il problema è che noi entità bianche abbiamo una coscienza, siamo sensibili e compassionevoli, ci assumiamo le nostre responsabilità e abbiamo una tendenza naturale a pensare il meglio delle persone di cui ci prendiamo cura. Quelle sono esattamente le qualità che attraggono le entità oscure. Essere amano la loro bella immagine riflessa dai nostri occhi e sanno che probabilmente percepiamo la loro oscurità come una specie di tristezza, di dolore, e che cerchiamo di aiutarle.

Ma un’entità oscura non può essere trasformata in bianca, proprio come non può accadere il contrario. Non potete appellarvi a una coscienza che non esiste e, statene certi, le entità oscure non hanno coscienza. Inoltre, come pensate di ispirare rimorso sincero in qualcuno che non crede di essere responsabile del male che ha causato? Lo affermo sia come sensitiva spirituale sia come persona che ha imparato con la pratica: se da qualche parte nella vostra vita c’è un’entità oscura: un amico, un amante, un coniuge, un membro della famiglia…, Seguite il consiglio di Cristo: “USCITE DA QUELLA CASA O DA QUELLA CITTÀ E SCUOTETE LA POLVERE DAI VOSTRI PIEDI”.

Quando muore un entità oscura, alcune di loro restano confinate sulla terra per un certo lasso di tempo, non rendendosi conto di essere morte, altre visitano la nostra dimensione in forma di spiriti nel breve periodo che intercorre tra una vita e l’altra. Se potessi scegliere, preferirei avere sempre a che fare con un’entità oscura sotto forma di fantasma, piuttosto che con una che ha assunto la forma umana. Saprei come difendermi da uno spirito oscuro! D’altra parte in qualunque forma appaiono, con la loro energia negativa possono creare ogni genere di caos, dal più grande al più piccolo. Possono creare interferenze nelle automobili, né telefoni, negli apparecchi elettrici, nei computer, né televisori, in qualunque dispositivo meccanico o elettrico. Hanno anche il potere di influire negativamente sull’atmosfera generale in una stanza, cosicché all’improvviso, senza saper la ragione, perfino le persone più amabili e positive possono diventare depresse, ansiose e irritabili, quel che basta per dare il via a rapporti ostili.

Non credo alle possessioni demoniache da una parte di entità malefiche. Sia ben chiaro, ho compiuto la mia parte di esorcismi, ma solo perché si trattava di un soggetto così convinto di essere posseduto che soltanto un intervento drastico come l’esorcismo lo avrebbe convinto di essere guarito. NESSUNO SPIRITO, BIANCO O OSCURO CHE SIA, PUÒ VERAMENTE POSSEDERE LA NOSTRA MENTE. La può influenzare, ma mai penetrarla e coglierla di sorpresa. Io sono una medium che opera in trance e, in quel particolare stato, posso farmi da parte e canalizzare il mio spirito guida in modo tale che usi la mia voce per comunicare con altre persone. Alcuni medium che operano in trance consentono agli spiriti di abitare realmente loro corpo durante le sedute spiritiche e le canalizzazioni. Per quanto mi riguarda è una cosa che non permetto, e questa è un’ulteriore prova contro le possessioni. Qualunque medium che opera in trance può confermarlo: il mondo spirituale può usare di noi solo quel tanto che gli permettiamo. Così, se un entità bianca può abitare un medium esperto soltanto quando lui gli dà il permesso, è praticamente impossibile che un entità oscura possa possedere qualcuno senza la sua autorizzazione.
Gli attacchi psichici sono uno dei modi insidiosi con cui l’energia negativa del lato oscuro cerca di distruggere la luce delle entità bianche. Sono diretti alla nostra coscienza, e alle nostre sincere preoccupazioni per il contributo che possiamo dare all’umanità e a Dio. Chiedetevi se queste frasi vi suonano familiari: “Non so come ho potuto pensare di poter cambiare qualcosa su questa terra. Credevo di aver lavorato sodo e di averci provato seriamente ma non ho concluso niente di niente. Mi sono solo preso in giro. Non so più se Dio esiste. Se dovessi morire non se ne accorgerebbe nessuno.Sono inutile…”
Queste parole, o simili, sono il prototipo del classico attacco psichico. Sono aggressioni da parte dell’energia negativa del lato oscuro, apparentemente emerse dal nulla, volte a minare il nostro benessere mentale ed emozionale. È la modalità con cui il lato oscuro cerca, per così dire, di mettere la nostra fiaccola sotto il moggio e di annientare il nostro potere indebolendoci con la depressione, l’insicurezza e lo sconforto. Non importa quanto possono sembrare reali questi pensieri che ci vengono inculcati, vi assicuro che non lo sono. Quindi ecco come voglio che proviate a comportarvi la prossima volta che vi troverete in mezzo a un attacco psichico: non preoccupatevi se vi sentite sciocchi mentre seguite queste istruzioni, è sempre meglio che sentirsi apatici, depressi e inutili.
NELL’ISTANTE IN CUI I PENSIERI NEGATIVI SU TE STESSO PERVADONO LA TUA MENTE, NON DAR LORO IMPORTANZA NEPPURE PER UN SECONDO CHIEDENDOTI SE SONO VERI. Ricorda che è solo e di nuovo il lato oscuro, che infila un’altra di quelle ridicole cassette nella tua testa per cercare di sconvolgere e distruggere la Tua Luce. Tu sei più astuto e più forte del lato oscuro e non hai intenzione di abboccare un’altra volta a questo stupido scherzo_:

Con l’indice, trova il punto sulla fronte tra le sopracciglia, circa 4 cm sopra di esse, dove si trova il tuo terzo occhio, e da lì visualizza il pulsante “eject”. Premilo mentre dici: IO RIFIUTO QUESTA CASSETTA E IL LATO OSCURO, E DISSOLVO LA SUA NEGATIVITÀ DALLA MIA MENTE NELLA LUCE BIANCA DELLO SPIRITO SANTO”.

Per quanto concerne le maledizioni, ecco la verità: Non esiste nessuna persona che può farvi una maledizione : la sola persona che può lanciarvi una maledizione siete voi stessi. Nessun altro ha quel potere a meno che non siate voi stessi a darglielo, e persino in quel caso siete sempre voi a far funzionare le maledizioni, credendoci.
A volte sembra che il lato oscuro sia ovunque, pronto a saltarci addosso in ogni momento. La buona notizia è che noi entità bianche possiamo vincere. Il lato oscuro è già indebolito dal fatto che chi l’ha scelto si è allontanato da Dio mentre noi ci siamo rivolti a Lui.
Il primo, e anche il più forte e più potente, strumento di protezione contro il lato oscuro è amare e abbracciare Dio, e ripetere ogni giorno “NESSUN ALTRO OLTRE A ME È O SARÀ MAI IL MIO CENTRO DIVINO”.
Il secondo è: mai cedere il libero arbitrio, la facoltà di discernimento o il buon senso a qualcun altro! Sono doni preziosi, concessi da un Dio amorevole e generoso che vorrebbe essere sempre il vostro punto di riferimento assoluto.

Ora vi suggerisco alcuni strumenti di protezione che possiedono tutte lo stesso grado di efficacia. Potete utilizzarne uno o anche tutti, come preferite, ma ricordate che più ne usate meglio è. Va bene qualsiasi momento del giorno o della notte.

IL CERCHIO DI SPECCHI: visualizzatevi all’interno di un cerchio perfetto, fatto di specchi della vostra altezza, con la parte riflettente rivolta all’esterno. Le entità bianche saranno attratte, mentre quelle oscure verranno respinte e vi eviteranno.
LA BOLLA DI LUCE BIANCA: anche se avete il potere di chiedere in ogni momento di essere circondati dalla luce bianca dello spirito Santo,, permettetemi di suggerirne un’immagine che amo e che vi faciliterà. Proiettate questo pensiero su chiunque sospettate essere un’entità oscura: “non hai potere qui. Sparisci!”. Resterete sorpresi di quanto sia efficace nel ricordarvi il vostro potere mentre riduce il loro.
LA SPADA D’ORO: visualizzate una spada d’oro luccicante, lunga e potente, con un’impugnatura bellissima, riccamente ornata e scintillante di pietre preziose. Tenetela di fronte a voi, cosicché l’impugnatura formi una croce sul vostro “terzo occhio”, appena al di sopra delle sopracciglia, e la lama si estenda come uno scudo di forza e protezione giù lungo il corpo, incutendo timore e allontanando la naturale codardia del lato oscuro.
Le reti d’oro e d’argento: l’immagine è quella di una rete da pescatore, formata da fili sottilissimi d’oro e d’argento, forte ma leggera come l’aria, le cui maglie intrecciate e sfavillanti sono fatte della luce bianca dello spirito Santo. Lasciatela ricadere su di voi, in modo da coprirli e proteggervi dalla testa ai piedi. Durante il giorno, coprite con una rete simile ogni entità oscura che incontrerete, per benedirla e per arginare e neutralizzare qualunque potere possa avere.

Sylvia Browne

La Luce e il lato oscuro

Condividi Articolo: