LA LUCE BIANCA DI GABRIELE

LA LUCE BIANCA DI GABRIELE

In ARCANGELI by Daniela A.R. Comments

LA LUCE BIANCA DI GABRIELE

Gabriele è l’Arcangelo della luce bianca, il Signore della forza radiante che riunisce in sé la vita intera, essendo essa costituita da tutte le frequenze che si rendono visibili nei colori dell’iride. Si tratta di una sorta di energia definibile come la luce-somma-di-tutti-i-colori, potenza di energia che tutto penetra. Vi si manifestano la chiarezza assoluta, la limpidezza e l’onestà nella loro forma primigenia.
Nella luce bianca è simboleggiato anche il sole primordiale, che riversa la sua illimitata energia sul cosmo intero e su ogni vivente, perché ne riceva la sua essenziale componente.
Corrispondentemente la luce bianca del Cuore di Dio è la forza originaria che ci dà la possibilità di vedere e conoscere chiaramente ciò che nella nostra vita deve essere purificato, rischiarato e cambiato, affinché sia fatto un bilancio e vengono saldati i conti. “Saldare i conti” sottintende il concetto di “ricompensa”, “risarcimento”, e quindi di “riequilibrio”.
È il tema dominante che si evidenzia chiaramente nella luce bianca, offrendoci aiuto nello sforzo al quale consacriamo la nostra esistenza, al fine di poter continuare a salire in alto e di crescere maturando nell’intensità della luce.
Nella luce bianca c’è un incommensurabile forza che consente di illuminare la nostra intera struttura cellulare, di purificare il nostro corpo, alleggerendolo dalle sostanze molecolari che hanno costituito delle stratificazioni scure: la qual cosa avviene con ogni pensiero negativo o con ogni parola ugualmente carica di energia negativa.
Strutture di pensiero e connessioni verbali sono ciò che genera le impurità dell’intercapedine delle cellule del nostro corpo fisico, ma anche una maschera scura sul nostro corpo di luce, la quale si costituisce e si addensa in diversi strati intorno ad esso. Qui, la struttura di tutti pensieri, parole e azioni viene accuratamente rimodulato e in ambito soprannaturale è visibilissima.
Qui si trova anche la banca-dati di tutti gli impulsi, a cui è possibile accedere costantemente, e da cui ottenere un prestito allo scopo di accrescere la dotazione di un essere.
È chiaro che nessun singolo pensiero e nessuna parola resta inascoltata dal cosmo, e quindi è impossibile che non vi siano conseguenze-siano esse positive o negative.
Occorre prendere consapevolmente le distanze, dai pensieri negativi portatori di nebbie sulla luce, affinché la chiarezza possa avere la meglio consentendoci di recuperare lucidità, tanto nel campo psichico che emotivo, e di riflettere da che parte vogliamo andare.

L’Arcangelo Gabriele è il custode dei nostri pensieri, parole e azioni, ed è lui che accorre immediatamente nostro aiuto, quando ci vediamo feriti nei nostri sentimenti, danneggiati o provocati e perdiamo quella vigile compostezza che in quei momenti dovrebbe essere quanto mai opportuna.

Tuttavia queste circostanze sono sempre un banco di prova per una dimostrazione di bontà, e un preciso termometro del nostro essere che, nel segno della luce, si apre una via attraverso le tenebre. Non avremmo mai sottolineato abbastanza quanto sia importante avere ben davanti agli occhi questo potente flusso di pensieri, e di non perderne mai il controllo, perché equivarrebbe a una esondazione nel vero senso della parola e, porterebbe a conseguenze catastrofiche.
Chiarezza, purezza, sincerità-sono queste le virtù che stanno a fondamento della luce bianca e si trovano in questo potente campo di energie, per entrare e stabilirsi nel nostro essere. Nella luce bianca è presente la Potenza illimitata del controllo dei pensieri e la piena sostanza delle parole che ne derivano come loro concrete manifestazioni. Queste costituiscono un enorme capitale, offertoci per potere connesso costituire la “somma” della nostra esistenza terrena che si trova in zona-profitto.
Fa parte dei compiti dell’Arcangelo Gabriele portare concreto e visibile aiuto a coloro che ne hanno bisogno e che, per così dire, si sentono avvolti in densa caligine e non hanno una chiara visione del successivo tratto di strada, aiutandoli ad uscire da uno stato d’animo che è in un autentico vicolo cieco.

La migliore possibilità per sollecitare questo aiuto e di unirsi spiritualmente con l’intensità della luce bianca di Gabriele e di porsi sotto le purificanti, rischiaranti cascate di luce per esserne penetrati e completamente illuminati.
È un rituale semplicissimo, che richiede pochissimo tempo ma è di grandissima efficacia per chi vuole liberarsi da oscurità e limitazioni che derivano da una “impossibilità di riconoscere” e quindi da una facoltà visiva offuscata.

L’Arcangelo Gabriele è anche colui che si mostra pietoso e benevolo nei nostri confronti quando ci siamo incagliati in una situazione molto gravosa determinata proprio dal “non-sapere” quale sarà il nostro successivo percorso di sviluppo. Infatti l’impulso dell’anima e l’oscurità da parte dello spirito si fronteggiano contrapponendosi.
Sempre più sperimentiamo questo fatto in situazioni che esigono una scelta, nel momento in cui uno si sente infelice o danneggiato e, dall’altra parte, è stato posto di fronte all’obbligo, giustificato da una necessità materiale.

Un fatto che porta sempre a una netta discrepanza tra doveri e volere, tra gioia di vivere e frustrazione. In queste fasi è sempre decisivo diventare consapevoli che ciò che si richiede è una liberazione dell’anima la quale, nel medesimo tempo, influisce sulle forze spirituali che, divenute estranee ai desideri dell’anima quanto a pensieri, analisi e riflessioni spicciole, sono entrate con questi in conflitto.

Riconosciamo ora chiaramente che è sempre molto importante che corpo, anima e spirito si trovino in una armonica, reciproca consonanza, in quanto una vita deve corrispondere perfettamente ed efficacemente al suo destino. Anche questo è un concetto cardine che richiede la massima attenzione, ma che tuttavia è disatteso, perciò arrivano tante delusioni, offese alla vita e insuccessi, come constatiamo ovunque.

Spesso abbiamo qui a che fare con un equivoco clamoroso, a cui uno si piega per ignoranza, e che pressappoco suona così: “Io suono per chi mi paga” oppure, “Guadagnerai il pane con il sudore della fronte”.
Si tratta di tradizioni che si rivolgono contro la libertà personale di un individuo che, in quanto creatura divina, ha nelle sue mani la forza di orientare la propria vita nel modo che gli è strettamente congeniale, in perfetto accordo con l’immagine di sé, che brilla come una luce nella sua anima. Ogni altra cosa l’indice di mancanza di libertà spirituale, oppure di cieca ubbidienza all’istanza di un individuo al quale piegarsi in quanto lo si riconosce di rango superiore.

Ognuno di noi è stato creato da Dio a sua immagine, per questo siamo chiamati a sviluppare e realizzare quella totalità del nostro essere che ci deriva dalla divina somiglianza, ognuno con la sua personalità e secondo il suo destino.

Il desiderio dell’Arcangelo Gabriele e di aiutarci a chiarire questo malinteso senso del dovere, che inconsciamente agisce quando una persona impegna la propria libertà a favore di un’altra, e così cammina deliberatamente nelle tenebre perdendo la visione di un’esistenza a cui non può più aderire responsabilmente.

L’Arcangelo Gabriele ci sta accanto e ci avvolge col suo Essere pieno di luce per sorreggerci quando si tratta di espiare vecchie colpe, in cui vanno messe in conto le colpe che diventano costitutive del karma; ci aiuta altresì a disfarci dell’inutile zavorra, o a condurci ad un rinnovamento che serve al nostro progresso e quindi rappresenta un intimo desiderio della nostra anima; ad essa spesso siamo incapaci di conformarci con le nostre sole forze, ma sempre possiamo regolarlo e chiarirlo perfettamente attraverso la forza della luce bianca di questa Arcangelo, basta che noi rivolgiamo il nostro sguardo in alto, consapevoli della virtù che ognuno di noi ha in sé e del fatto che essa costituisce una forza incredibile che scaturisce dalla creazione di Dio.

W. Maria Hulke – Gli Arcangeli

✎ Se ti piace questa pagina condividila ♥ Grazie ♥
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Previous PostNext Post