COME POTENZIARE LA CAPACITA' DI CHIAROSENZIENZA

COME POTENZIARE LA CAPACITA’ DI CHIAROSENZIENZA

In ANGELI E ANGELO CUSTODE by Daniela A.R. Comments

COME POTENZIARE LA CAPACITA’ DI CHIAROSENZIENZA

Quando gli Angeli o i cari scomparsi ci vengono molto vicini, possiamo avvertire la loro presenza. Molte persone ricordano il momento in cui hanno percepito accanto a loro uno spirito particolare e, confidandosi, ammettono: “Sì, la scorsa notte ho avuto la sensazione che mia madre fosse con me. Era tutto così reale, ma continuo a chiedermi se non sia stato solo uno scherzo dell’immaginazione”.
A volte si tende a sottovalutare il proprio intuito e a non fidarsi di se. Quante volte avete sentito che non dovevate lanciarvi in una nuova relazione, accettare un lavoro, acquistare un oggetto o percorrere una certa strada? Quante volte avete scacciato quella sensazione che avete proseguito come se nulla fosse per poi pentirvene?
Naturalmente, sia che ascoltiate sia che non prestiate attenzione alla vostra guida interiore, esperienze simili vi offrono l’opportunità di imparare ad avere fiducia e a seguire il vostro Io Superiore. È questa la strada da seguire per comunicare con gli Angeli e i cari defunti; è necessario infatti avere fiducia nelle proprie sensazioni, che sono uno strumento legittimo ed esatto donatoci da Dio. Per percepire la presenza di un caro scomparso è necessario credere di avere fiducia nella propria capacità di distinguere una persona dall’altra.

In questo senso, ogni essere umano è dotato di innata capacità psichiche.
L’attività del medium si basa sullo stesso sistema di sensazioni che potete sfruttare per voi stessi. Quando conduco una reading per qualcuno che non conosco, esprimo innanzitutto l’intenzione di contattare i cari defunti di quella persona. Buona parte del contatto è visivo, perché è quello il mio canale fondamentale di comunicazione divina, sebbene si basi anche sulle sensazioni.

Dopo la morte uomini e donne mantengono l’energia e le dimensioni fisiche della vita precedente ed è proprio ciò che un medium vede. Coloro i quali vedono i cari defunti raccontano che quest’ultimi hanno lo stesso aspetto di quando erano vivi, ma sono più giovani e radiosi.

Ho scoperto che gli schemi energetici di coloro che sono scomparsi sono simili alle lunghezze d’onda dello spettro cromatico: i soggetti più anziani hanno lunghezze d’onda di energia più lente e più lunghe, mentre i soggetti più giovani hanno vibrazioni più veloci e quelle delle donne risuonano più rapidamente di quelli maschili. È possibile stabilire un contatto attraverso le sole sensazioni, basate sulla percezione di tali onde. Ogni individuo possiede un’impronta unica legata alla personalità, al comportamento, alle abitudini e ad altre caratteristiche distintive.
Vi è mai capitato di entrare in casa e riuscire ad avvertire chi altro era presente, anche se abitate con molte altre persone e non avete prove fisiche della loro presenza? Oppure, vi è mai capitato di entrare in una stanza piena di gente e di riuscire ad avvertire l’umore della folla?
Allo stesso modo quando i cari defunti vi sono accanto, posseggono delle impronte energetiche distintive che voi potete percepire. Quando conduco delle sedute medianiche mi accorgo che circa il 90% dei miei clienti sa già chi ha vicino e si rivolge a me solo per avere conferma delle proprie sensazioni. Per qualche motivo, non sono pronti ad accettare le loro intuizioni fino a quando un “esperto” non mia riconferma.

Come avvertire una presenza spirituale
Quelle che seguono sono alcune delle modalità più frequenti per mettervi in contatto con gli Angeli ed i cari scomparsi attraverso le sensazioni:

Sentire il profumo della loro acqua di colonia preferita o di altri odori caratteristici.
Avvertire una folata d’aria profumata o di fumo quando nei paraggi non ci sono né fiori né fuoco.
Sentire che qualcuno vi ha toccato, vi ha scompigliato i capelli, vi ha spinto, vi ha protetto, vi ha tirato o vi ha abbracciato.
Percepire una presenza seduta accanto a voi e vedere anche l’impronta sul divano o sul letto dove quella persona (o animale) defunta è appena stata.
Notare uno spostamento d’aria, provare un senso di pesantezza alla testa, avere la sensazione che qualcosa pulsi in fronte, che un’essenza spirituale si muova nella testa o avere l’impressione di venire trascinati sott’acqua.
Un cambiamento della temperatura dell’aria.
Un’improvvisa ondata di gioia ed euforia.
La sensazione che si tratti di un’esperienza surreale, anche se siete riluttanti a condividerla con altri.
Una sensazione di familiarità quando una persona defunta che conoscevate bene indugia nei paraggi.

Le vere esperienze angeliche donano un senso di calore, di sicurezza, di amore e di tranquillità, mentre quelle illusorie provocano tensioni paura e freddo. Gli incontri ingannevoli possono avere origine dall’ego o da spiriti legati alla terra. Questi esseri hanno paura di raggiungere la Luce Divina nel piano dell’aldilà, o perché sono attaccati all’esistenza terrena o perché temono di venire giudicati da Dio ed essere cacciati all’inferno. Così, entità simili restano vicine alla terra e possono interferire con la felicità di un individuo in vita.

Un argomento delicato riguarda la tendenza di alcuni spiriti legati alla terra di avvicinare individui ancora in vita per ottenere favori sessuali.

Ho conosciuto molti vedovi e vedove che si sentono confortati dall’avere ancora un rapporto intimo con la moglie o il marito defunti. Ma si tratta di esperienze completamente diverse rispetto a quanto raccontano alcune donne, che sostengono di avere contatti sessuali con sconosciuti incorporei appartenenti al mondo dello spirito. Ritengo tali scambi spiritualmente oppressivi per gli esseri viventi e un Angelo o uno spirito guida non avvicinerebbe mai un individuo per favori simili. Sebbene le donne che ho intervistato abbiano quasi sempre parlato di esperienze positive, sono convinta che attività simili incoraggino le entità di basso livello legati alla terra a restare con noi. Inoltre, possono spingerle a creare delle barriere che impediscono agli esseri viventi di avere nuove relazioni, poiché i potenziali corteggiatori avvertono inconsciamente la presenza sulla scena di un altro amante. Incontri a basso livello come questi vi lasciano una sensazione di vuoto, mentre veri contatti non possono che il rammentarvi che gli Angeli e i vostri cari scomparsi vi sono sempre vicini.

Ma come fate a capire se accanto a voi, pronto ad aiutarvi, ci sia un Angelo o un caro defunto?
L’energia di un Angelo dona una carica indescrivibile. Ad un tratto proverete un impeto di gioia o di amore senza conoscerne il motivo, oppure proverete una forte sensazione di pancia e seguirete l’intuito, la vostra vita diverrà più felice.
Un caro scomparso sarà chiaramente una presenza familiare, che sarete in grado di identificare anche grazie alla sensazione di avvertire una carezza, un abbraccio, un cambiamento d’aria o un profumo caratteristico.

Per mettere alla prova una sensazione intuitiva e scoprire la vostra reazione, potete utilizzare anche le percezioni.
Per esempio, poniamo il caso che sentiate l’improvviso bisogno di trasferirvi in un’altra regione, ma allo stesso tempo siete combattuti e vi chiediate come un simile cambiamento influirà sulla famiglia, gli amici e il lavoro. Anche se alcuni di questi fattori non vi sono chiari, potete “mettere alla prova il vostro futuro” e imparare a conoscere meglio la vostra guida divina.
Mentre provate a immaginare come sarebbe la vostra vita se continuaste ad abitare dove già residiete, concentratevi sulle sensazioni: Il vostro cuore è sollevato, colmo di tristezza, di gioia o provate altre emozioni? In risposta all’immagine mentale da voi creata per il futuro, il vostro corpo si rilassa o si contrae? Adesso, paragonate le sensazioni emotive e fisiche a quelle che provate se immaginate come sarebbe la vostra vita se vi trasferiste. Le sensazioni sono perfetti indicatori dei desideri dell’anima e della vostra volontà divina, che è un tutt’uno con la volontà di Dio.

Come potenziare le capacità di Chiarosenzienza?
Di seguito alcuni suggerimenti per migliorare le vostre capacità di chiarosenzienza:

DORMIRE ACCANTO CRISTALLI DI QUARZO.
Potete acquistare una punta di Cristallo di Rocca. Per spazzare via eventuali residui psichici del precedente proprietario, ponete il cristallo alla luce diretta del sole per almeno quattro ore. Quindi posate una o più punti di cristallo sul comodino o sotto il letto. Se scegliete il comodino, disponete i cristalli di lato, con le punte rivolte verso la vostra testa. Se i cristalli sono sotto il letto, le punte devono essere rivolte verso l’alto, verso la testa o il cuore. A mano a mano che diventerete più ricettivi, dovrete spostare i cristalli in modo che le punte non siano più rivolte verso di voi. Forse dovrete addirittura disporli lontano dal letto. I chiaroveggente particolarmente sensibili a volte soffrono di insonnia quando i cristalli sono troppo vicini al letto.

LAVORARE CON L’AROMA DI ROSE ROSA O L’OLIO ESSENZIALE DI ROSA:
Il profumo delle Rose rosa apre il chakra del cuore, che è il centro di energia che regola la chiarosenzienza. Tenete vicino vuoi una Rosa rosa e respiratene spesso l’aroma o acquistate dell’olio essenziale prodotto con Rose vere. Posate l’olio sul cuore e tamponate lievemente la pelle vicino al naso, così che possiate inspirare il profumo dell’olio.

INDOSSARE UN GIROCOLLO DI QUARZO ROSA:

quarzo-rosa

Shop “Dimora degli Angeli” >Angelo in quarzo Rosa

 

 

 

Come le Rose rosa anche il Quarzo Rosa apre il chakra del cuore, con il quale è sintonizzato. Oltre ad attivare le capacità di chiarosenzienza, il quarzo rosa può aiutarvi ad accogliere nella vostra vita romantici doni.

ACCRESCERE LA SENSIBILITA’ AL CONTATTO FISICO:

Chiudete gli occhi e prendete un oggetto sistemato sulla scrivania. Toccatelo lentamente e deliberatamente, prestando attenzione ai dettagli e alla consistenza. Sfregate l’oggetto lungo il dorso della mano e il braccio, e concentratevi sulle sensazioni. Chiedete a un amico di bendarvi e di porgervi oggetti sconosciuti da toccare o alimenti da assaggiare. Focalizzate l’attenzione sulle sensazioni fisiche ed emotive e cercate di indovinare di che oggetti o alimenti si tratti.
Se vi sentite stanchi, pesanti o fiacchi, è più difficile riconoscere le percezioni. Jogging, passeggiate ad andatura sostenuta, yoga o altri esercizi che rafforzano il cuore vi aiuteranno a mettere a fuoco con maggior precisione il significato e i messaggi ricevuti attraverso la chiarosenzienza.

Allo stesso modo, mangiare alimenti leggeri e salutari vi aiuterà a conservare l’energia. Un senso di pesantezza provocato da un’alimentazione scorretta può bloccare la vostra consapevolezza della Guida Divina. Qualunque cosa possa farvi sentire meglio fisicamente, inclusi massaggi, sonnellini o bagni in una vasca ricolma di bolle di sapone, aumenterà la vostra sensibilità alle percezioni.

Doreen Virtue

CHIAROSENZIENZA, CHIAROSENZIENZA,  CHIAROSENZIENZA,  CHIAROSENZIENZA

✎ Se ti piace questa pagina condividila ♥ Grazie ♥
  • 529
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
Previous PostNext Post