Maranatha antica preghiera in una delle lingue parlate da Gesù

Maranatha: Un’antica preghiera in una delle lingue parlate da Gesù

In Spiritualità by Daniela Raguel

Maranatha è una parola aramaica che significa “Vieni, Signore”. È anche il nome di un’antica preghiera cristiana in una delle lingue parlate da Gesù. È una preghiera breve e semplice che chiede a Gesù di tornare presto. Ecco alcune curiosità su tale metodo di pregare.

Perché la parola “Maranatha” è importante per i cristiani?

La preghiera Maranatha è importante per i cristiani perché è una supplica del popolo di Dio al suo Signore affinché ritorni e ponga fine a questa epoca e dia inizio alla prossima, che è un’epoca di pace e di gioia. Sebbene questa preghiera sia stata presente nella comunità cristiana fin dall’inizio, ha guadagnato popolarità nel XIX secolo dopo la Grande delusione, quando molti cristiani speravano nel ritorno di Gesù e furono invece delusi dal suo silenzio. Questa antica preghiera non ha perso il suo significato ai giorni nostri e continua a essere una fonte di conforto e di speranza per i credenti di tutti i ceti sociali.

Chi ha scritto questa preghiera?

L’autore esatto della preghiera Maranatha è sconosciuto, poiché è stata usata per migliaia di anni e in quasi tutte le lingue. La maggior parte degli studiosi ritiene che sia stata scritta originariamente in aramaico e che sia stata poi tradotta in altre lingue. Anche la data esatta in cui è stata scritta è sconosciuta. Gli studiosi ritengono che sia stata scritta tra il 50 e il 100 d.C.. Il luogo esatto in cui fu scritto è sconosciuto. Gli studiosi ritengono che sia stata scritta in Siria o in Palestina.

Maranatha preghiera di Gesù

Importanza della Maranatha per i cristiani

La preghiera Maranatha è importante per i cristiani perché è una supplica del popolo di Dio al suo Signore affinché ritorni e ponga fine a questa epoca e dia inizio alla prossima, che è un’epoca di pace e di gioia. In passato, i cristiani erano spesso delusi dal silenzio di Gesù. Si dice comunemente che la Chiesa primitiva si aspettasse che Gesù tornasse nell’anno 1000 d.C. dopo che un monaco aveva calcolato in modo errato la fine del mondo. Tuttavia, non è così. Molti cristiani, compreso l’autore di Maranatha, sono stati delusi dal silenzio di Gesù per molti anni.

Come si può pregare usando queste parole?

La preghiera Maranatha è una supplica del popolo di Dio al suo Signore affinché ritorni e ponga fine a questa epoca e dia inizio alla prossima, che è un’epoca di pace e di gioia. Sebbene questa preghiera sia stata presente nella comunità cristiana fin dall’inizio, ha guadagnato popolarità nel XIX secolo dopo la Grande Delusione. La preghiera Maranatha non ha perso il suo significato ai giorni nostri e continua a essere una fonte di conforto e di speranza per i credenti di tutti i ceti sociali. È una preghiera che tutti possono recitare, poiché non richiede alcuna conoscenza o formazione particolare. È una preghiera breve e semplice che chiede a Gesù di tornare presto. Quando viene usata come preghiera, di solito è seguita da “Signore nostro, vieni!”. Queste sono le parole di Maranatha. Sono state usate per migliaia di anni e hanno confortato e incoraggiato molti cristiani a vivere nella speranza. Che queste parole possano essere fonte di conforto anche per voi.

La preghiera di Maranatha:

“Signore, vieni! Nostro Re, sii vicino!”

La fine di questa epoca

La fine di quest’epoca è il ritorno di Gesù e il suo regno sulla Terra. È un periodo di grande gioia e pace, quando tutti i torti saranno riparati, tutte le lacrime saranno asciugate e tutti i cuori saranno pieni di gioia. Quest’epoca è un periodo di dolore, paura e agitazione. La fine di quest’epoca è stata a lungo attesa da tutti.

L’inizio della prossima era

L’inizio della prossima era è l’inizio del regno di Gesù sulla Terra. È un periodo di grande gioia, pace e tranquillità. È un periodo di speranza e di eccitazione, in cui saranno rivelate tutte le risposte alle domande di questa epoca.

Conclusioni sull’antica preghiera

La preghiera Maranatha è una supplica del popolo di Dio al suo Signore affinché ritorni e ponga fine a questa epoca e dia inizio alla prossima, che è un’epoca di pace e di gioia. Sebbene questa preghiera sia stata presente nella comunità cristiana fin dall’inizio, ha guadagnato popolarità nel XIX secolo dopo la Grande delusione, quando molti cristiani speravano nel ritorno di Gesù e furono invece delusi dal suo silenzio. La preghiera non ha perso il suo significato ai giorni nostri e continua a essere una fonte di conforto e di speranza per i credenti di tutti i ceti sociali.