AMETISTA

AMETISTA

In CRISTALLI DELL'ANIMA by Daniela A.R. Comments

AMETISTA

L’ametista appartiene alla famiglia dei quarzi cristallini e deve il suo colore alla presenza del reticolo cristallino di tracce di ferro.

Il nome ametista proviene dalla Grecia antica.

Questo meraviglioso quarzo stimola la consapevolezza spirituale e facilita la presa di coscienza della realtà dell’anima. Rafforza il senso di giustizia, la capacità critica e conferisce onestà e rettitudine. Come pietra meditativa esalta la capacità introspettiva, rivelando al soggetto la sua saggezza interiore.
Purifica e apre la mente verso ciò che ci circonda, rigenerando i livelli di coscienza e proiettandoci verso potenziali sempre più alti. L’ametista è l’emblema della trasformazione spirituale verso una comprensione maggiore dell’amore a discapito dell’egoismo. Aiuta a vedere “oltre”, non a caso è indicata per l’apertura del terzo occhio.
L’ametista è una pietra altamente spirituale e per tanto dovrebbe essere portata nella sfera alta del corpo, dove si trovano i chakra dall’energia più eterica. Indossatela quindi come ciondolo da appendere al collo. In questo modo potrete godere di tutti i suoi benefici.
Aiuta a superare i momenti difficili della vita. Promuove la consapevolezza e aiuta la persona a vedere con chiarezza la situazione in cui si trova, senza lasciarsi sopraffare dagli eventi.

Il suo impiego si rivela utile nei momenti di tristezza, soprattutto quando sono determinati dai danni o da perdite subite, consentendone il superamento. Facilita l’emersione nella coscienza delle immagini oniriche. Se la si mette le sotto il cuscino, rende più vivi che chiari i sogni. Dopo qualche giorno il sonno diverrà profondo, tranquillo ed effettivamente ristoratore. In stato di veglia, l’ametista favorisce l’ispirazione e l’intuizione.
Promuove la consapevolezza e la sobrietà. Aiuta al soggetto ad affrontare in modo coerente e cosciente tutte le situazioni in cui si trova. Favorisce la concentrazione e l’efficienza dei processi di pensiero, contribuendo al superamento dei meccanismi incontrollati e delle manie. Secondo la cristalloterapia l’ametista possiede moltissime proprietà, prima tra tutte la capacità di allontanare gli incubi notturni . Rafforza l’autocontrollo, l’autostima, la forza interiore, quindi la memoria e aiuta a vedere attraverso le illusioni per raggiungere un livello superiore. Calma, rassicura, favorisce le capacità medianiche. 

A livello fisico l’ametista agisce attenuando i dolori e le tensioni, soprattutto quelle collegate ad emicranie, a ferite e ad un fiori (quest’ultimi diminuiscono rapidamente). Risolve i disturbi degli organi di origini ectodermica; è utile perciò nelle malattie riguardanti il sistema nervoso, i polmoni, le vie respiratorie e la pelle. Nell’intestino, regola la flora batterica ed il riassorbimento dei liquidi. Questa pietra è collegata al sesto chakra.

Impiego:
Per ottenere effetti duraturi sul piano spirituale, il soggetto dovrebbe portare costantemente con sé l’ametista oppure dovrebbe contemplarla regolarmente. Per quanto riguarda questa seconda possibilità, si tenga presente che il cerchio costituito da pietre di ametista ha un’azione particolarmente energica.
Per fare luce sulla natura dei propri sogni, è sufficiente porre un cristallo chiaro e lucente sotto il cuscino.
Altri effetti sul piano psicologico sono conseguibili tramite le druse di ametista o i frammenti di druse, collocati nella propria casa. L’intensità della loro emissione aurica è infatti tale da influenzare positivamente lo stato d’animo di chi frequenta il luogo in cui si trovano.
Per quanto riguarda la terapia a livello fisico, si consiglia di tenere il minerale a diretto contatto con la zona interessata, oppure di ricorrere all’assunzione della tradizionale essenza (per esempio nel caso di disturbi del sistema nervoso o dell’intestino) :
Immergere questo cristallo, precedentemente pulito con cura, in acqua potabile per 12-24 ore. Una volta che la pietra ha agito andrà rimossa e l’acqua potrà essere utilizzata come tonificante interno (bevendola quindi). Potete anche eseguire un ciclo energizzante con l’ametista. In pratica tenete per la prima volta la pietra in acqua per 24 ore, poi ogni volta che bevete un bicchiere vi assicurate di aggiungere tanta acqua quanta ne avete tolta. Il trattamento dura un mese.

Pulizia: Per pulire l’ametista dovete immergerla nell’acqua. Essendo un quarzo, può rimanervi per diverso tempo. Potete anche optare per pulirla sotto acqua corrente. Evitate qualsiasi tipo di prodotto per la comune pulizia della casa, su questa e qualsiasi altra pietra.

Per potenziare le proprietà dell’ametista lasciatela per una notte sotto gli influssi della luna piena o quella crescente. Al contrario non dovrebbe essere tenuta esposta al sole, discorso che vale per qualsiasi altro quarzo.

DIMORA DEGLI ANGELI

✎ Se ti piace questa pagina condividila ♥ Grazie ♥
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Previous PostNext Post